DUE VECCHI (riflessione sull’infinito)

C’è una scena del film “Coffee and cigarettes” di Jim Jarmush in cui due vecchi parlano di un brano di Mahler, “Ich bin der Welt abhanden gekommen” e la musica arriva a sopraffarli, vengono incantati e quasi il fantasma di Mahler se li porta via.

Il testo del brano va letto o ascoltato come se descrivesse quello che separa i due anziani protagonisti dall’azzurro del cielo di certi pomeriggi.

Due vecchi (riflessione sull’infinito)

Questo piatto è rotondo
Come la luna
E la luna
È una spiaggia rotonda

E il cielo è un mare
Pieno di stelle
Che a guardarle
Se già non sono morto
È come se lo fossi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...