ATROPOS

Con questo brano inizia la seconda parte del disco, quella chiamata “Visioni”. Sono appunto le immagini che il caprone va suggerendo al pittore, sono le visioni della Figlia della Notte, dell’Uomo della Sabbia seduto in riva al fiume,  di una giovane ragazza amata dall’artista più di cento anni prima e della Regina del regno dell’Amore.

Atropos, una delle tre Moire, figlia della Notte, la più anziana (Esiodo, Scudo, 259: … Atropo, non era una grande dea, ma certamente alle altre superiore e più anziana…) delle tre sorelle, è colei che non si può evitare, l’inflessibile; rappresenta il destino finale della morte d’ogni individuo poiché a lei era assegnato il compito di recidere, con lucide cesoie, il filo che rappresentava la vita del singolo, decretandone il momento della morte. (Wikipedia)

Musicalmente questa canzone vorrebbe essere cantata da Bob Dylan ed Emmylou Harris nel ’76 ma evidentemente siamo nel 2013 e né Bob e né Hammylou sono più quelli di una volta.

Atropos

Vedi la maniera nella quale
il tempo mi gocciola dalle dita?
Senti il mio sguardo distratto
come spinge sulla tua schiena?
E vedi come è necessario
tendere il filo
prima di poterlo tagliare?

Vedi la maniera nella quale
le nubi si avvicinano al suolo?
Avverti la pioggia, l’odore di zolfo,
senti i tuoni nel cielo?
E vedi come è facile
chiudere gli occhi
e poi scomparire?

E tutto questo solo perché
in fondo

C’è un mare di terra
che non ci lascia vedere
i colori del quadro

In fondo

C’è un mare di ombre
che non ci lasciano uscire
dalla tela del quadro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...